F.A.Q.

Data la necessità di organizzare con anticipo la visita, poiché si richiede il coinvolgimento di diversi attori – dall’occupante l’immobile, a chi è nella disponibilità delle chiavi di accesso (non sempre il custode), nonché gli stessi potenziali interessati all’acquisto – le visite si svolgono individualmente e perciò organizzate per singola procedura/immobile. La possibilità dunque, che alcuni immobili si trovino anche geograficamente vicini, è ininfluente rispetto all’organizzazione della visita medesima, essendo altri (quelli sopra descritti) i fattori che ne determinano la fissazione di data e orario.

E’ comunque possibile in via straordinaria (per esempio nel caso di due o più appartamenti dello stesso fabbricato, liberi e di cui il custode IVG Vicenza sia in possesso delle chiavi di accesso) farne richiesta all’incaricato alla visita in fase di fissazione della stessa. Ne consegue che richieste fatte al momento stesso della visita non potranno essere accolte positivamente. Ricordiamo inoltre che l’attività di custodia esula e non consente di dare assistenza alla vendita, come invece accade con un tradizionale agente immobiliare.

L’organizzazione della visita immobiliare ha inizio un mese prima della data fissata per l’asta. E’ quindi possibile che in questa fase non siate ancora stati contattati, dal momento che è in corso la predisposizione della stessa con le necessarie verifiche e contatti tra le parti interessate al processo.

La richiesta è stata presa in esame, ma è possibile ci siano delle difficoltà nella fissazione della stessa. Le cause più comuni di ritardo nella fissazione e comunicazione della data dedicata alla visita possono essere le seguenti: innanzitutto la mancanza di disponibilità da parte dell’esecutato, o dell’occupante dell’immobile (in caso di immobile occupato). C’è poi la difficoltà di avere a disposizione le chiavi dell’immobile da parte del debitore, senza ricorrere al cambio serratura. Tali problematiche sono generate da circostanze spesso onerose da gestire in termini di tempo e ciò determina ritardi frequentemente poco prevedibili. E’ quindi possibile che siate contattati non appena ci siano degli aggiornamenti relativi alla visita richiesta.

Tuttavia è consigliabile che, almeno cinque giorni prima dell’asta, se ancora non siete stati contattati da un nostro collaboratore, chiamiate gli uffici di I.V.G. Vicenza sezione immobiliare. Si ricorda comunque che in particolari circostanze del tutto al di fuori della nostra volontà e pur tentando di organizzare al meglio la visita, può accadere che la stessa non possa essere effettuata prima della data prevista dell’asta.

Le prenotazioni per una visita a un immobile vanno fatte esclusivamente via internet, attraverso il sito http://www.ivgvicenza.it. All’interno della sezione dedicata alle aste immobiliari troverete informazioni per prenotare la visita. Altre informazioni sono disponibili nella finestra di prenotazione visita immobili.

Richieste di visita a un immobile inviate a ridosso dell’asta (meno di 20 giorni lavorativi) potrebbero non essere soddisfatte prima della data d’asta, così come evidenziato nel modulo di prenotazione compilato per la richiesta. Le tempistiche per la fissazione di una visita variano da immobile a immobile e sono strettamente connesse e condizionate dalle singole situazioni, valutabili solo al momento della sua stessa pianificazione. Le tempistiche indicate pertanto, sono del tutto indicative e si basano sull’esperienza sin qui maturata dagli operatori che le predispongono tra un esperimento di vendita e l’altro. In generale quindi richieste pervenute almeno 30 giorni dall’asta sono espletate con regolarità anche nel caso di immobili occupati e con limitata disponibilità.

In simili situazioni si dovrà infatti procedere con un cambio della serratura, che dovrà essere tuttavia vagliato ed autorizzato dal competente giudice delle esecuzioni, nonché concordato con le altre parti coinvolte nella procedura immobiliare. Se la visita all’immobile viene invece richiesta con soli 10 giorni lavorativi di anticipo, i casi in cui può essere soddisfatta sono molto ridotti e limitati a situazioni del tutto particolari. Tempistiche inferiori precludono infine qualsiasi possibilità di evadere positivamente le richieste, poiché viene a mancare il tempo necessario per predisporre le appropriate formalità di organizzazione degli accessi o di provvedere a formulare le necessarie autorizzazioni.

Nel caso abbia predisposto correttamente la richiesta di visita, quest’ultima è stata presa in esame e stiamo valutando se sia comunque possibile effettuare la visita nonostante il breve preavviso.

Tutta la documentazione disponibile sull’immobile in asta è pubblicata sui portali specializzati, o sul sito del Tribunale di Vicenza. La descrizione dell’immobile è presente sia sulla PERIZIA allegata che sull’AVVISO DI VENDITA. Nell’avviso di vendita inoltre, vi possono essere informazioni aggiuntive che completano il quadro descrittivo presente in perizia. Si rende noto che le modalità di partecipazione ed acquisto di un’immobile in asta è del tutto diversa da una trattativa privata nel mercato immobiliare tradizionale, anche qualora sia seguita da un mediatore. L’Istituto Vendite Giudiziario di Vicenza, nella sua funzione di custode immobiliare, non offre servizi che abbiano come finalità la vendita dell’immobile stesso, o la sua necessaria consulenza preliminare. In qualità di custode su mandato del Tribunale di Vicenza dunque, assolviamo a tutte le attività di sola custodia, così come individuate dalla normativa vigente.